Molti fornitori di servizi, che svolgono attività che implicano un trattamento di dati personali di banche dati riferite al titolare, firmano con troppa leggerezza il Data Processing Agreement, nella convinzione che si tratti di mera burocrazia. Le responsabilità sono, invece, rilevanti. Come nel caso della multa a TIM.

Su agendadigitale trovate l’intero articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: